Skip to main content

Furti con scasso: ladri all’opera soprattutto nella Svizzera romanda e nel Cantone di Basilea

News   •   nov 04, 2019 09:59 CET

Immagine: Keystone

AXA ha esaminato con attenzione i dati relativi ai furti con scasso notificati negli ultimi dieci anni. Dalla valutazione è emerso che gli abitanti del Cantone di Ginevra subiscono in media un furto ogni 29 anni, mentre quelli del Cantone di Appenzello Interno solo uno ogni 250 anni. Un'incidenza superiore alla media si registra anche nei Cantoni di Basilea Città, Vaud, Basilea Campagna e Neuchâtel. Molto al di sotto della media si collocano invece i cantoni della Svizzera centrale e il Cantone dei Grigioni. Berna e Zurigo sono nella fascia mediana. In inverno i furti con scasso salgono di circa il 30% rispetto all’estate – soprattutto nelle festività occorre essere ancora più attenti.

 Quando le notti si fanno più lunghe aumenta considerevolmente il rischio di furti con scasso. In base alle statistiche AXA, nel periodo invernale le effrazioni crescono di circa il 30% rispetto al periodo estivo. Il mese preferito è dicembre, seguito da novembre e febbraio. «Durante le festività, quando molti sono in vacanza, i ladri hanno vita facile», spiega Stefan Müller, responsabile del settore Sinistri Cose di AXA. Durante la settimana di Natale AXA riceve ogni giorno un numero doppio di notifiche per furti con scasso in confronto a una giornata normale.

Svizzera romanda nel mirino

Le probabilità di un furto con scasso non dipendono soltanto dalla stagione, ma variano anche, e in special modo, in base al luogo in cui si abita. Il rischio di effrazione nelle abitazioni è infatti circa otto volte superiore nel Cantone di Ginevra rispetto al Cantone di Appenzello Interno, il meno toccato dal fenomeno, e doppio rispetto alla media svizzera. È quanto emerge dalla valutazione dei dati statistici di AXA relativi agli ultimi dieci anni.

Cantoni in cui i furti con scasso sono più frequenti

Fonte e grafica informativa: AXA. Il grafico mostra il numero di furti con scasso all’anno per ogni mille abitanti per tutti i cantoni svizzeri. Per la valutazione dei dati sono stati considerati tutti i furti con scasso e con introduzione clandestina notificati ad AXA negli anni 2008-2018 in Svizzera. 

Nel Cantone di Ginevra si verificano circa 34 furti con scasso all’anno per ogni mille abitanti – vuol dire che un residente di questo cantone vedrà la propria casa svaligiata in media ogni 29 anni. Anche Basilea, Vaud e Neuchâtel registrano un numero di furti con scasso superiore alla media. Situazione opposta per la Svizzera centrale dove gli abitanti possono sperare di non incorrere mai in una disavventura del genere: nei Cantoni di Glarona e Nidvaldo, ad esempio, un residente subisce un furto con scasso ogni 125 anni, in quello di Appenzello Interno addirittura ogni 250 anni. La media svizzera è di circa 63 anni, pari a 16 furti con scasso all’anno per ogni mille abitanti.

I furti con introduzione clandestina possono essere evitati

Fortunatamente, negli ultimi anni il numero complessivo di furti in abitazioni è progressivamente diminuito. I circa 52 000 furti con scasso e i circa 11 000 furti con introduzione clandestina rilevati nel 2014 dal servizio intercantonale Prevenzione Svizzera della Criminalità sono passati nel 2018 rispettivamente a circa 30 000 e circa 8500.

I furti con introduzione clandestina – in cui i ladri riescono ad asportare la refurtiva senza compiere manomissioni, ad esempio penetrando attraverso una porta o una finestra lasciata aperta o socchiusa – possono essere evitati grazie a piccoli accorgimenti. «Porte e finestre devono essere sempre chiuse, le prime a chiave, anche quando ci si assenta per breve tempo e durante la notte», consiglia l’esperto AXA Stefan Müller. Un ruolo importante ai fini della prevenzione è svolto da vicini di casa attenti e vigili. Un deterrente efficace e poco costoso è il timer, che accende le luci a determinati orari simulando la presenza di persone all’interno dell’abitazione. 

Commenti (0)

Aggiungi commento

Commento

By submitting the comment you agree that your personal data will be processed according to Mynewsdesk's Privacy Policy.