Skip to main content

AXA: forte risultato d’esercizio 2018

Comunicato stampa   •   feb 21, 2019 07:30 CET

  • Lo scorso anno AXA ha realizzato un volume d’affari di 11 miliardi di franchi, con una crescita dell’1,1 per cento.
  • Grazie a un robusto risultato attuariale, l’utile operativo è stato pari a 880 milioni di franchi.
  • L’utile netto è sceso del 48,8 per cento a 451 milioni di franchi a seguito dell’ammortamento una tantum, già reso noto, imposto dal nuovo orientamento nelle attività LPP.
  • Nei rami danni e infortuni il volume dei premi è cresciuto dell’1,4 per cento a 3,5 miliardi di franchi. Il tasso sinistri / tasso costi si è attestato su un livello molto buono dell’87,5 per cento.
  • Nel comparto Vita collettiva il volume d’affari è cresciuto dell’1,2 per cento a 6,6 miliardi di franchi, mentre negli affari Vita individuale è sceso dell’1,3 per cento a 950 milioni di franchi a causa delle impegnative condizioni di mercato.
  • Nelle attività LPP il primo passo verso un futuro all’insegna del regime semiautonomo è stato coronato da successo: la nuova e lungimirante offerta previdenziale di AXA ha infatti saputo convincere circa il 90 per cento dei clienti con assicurazione completa.

Nel 2018 AXA ha registrato un incremento della propria raccolta premi a 11 miliardi di franchi, con un aumento dell’1,1 per cento. Grazie a un risultato attuariale molto buono, l’utile operativo si è attestato su un confortante livello di 880 milioni di franchi. La lieve flessione del 2,1 per cento rispetto all’esercizio precedente è imputabile al calo del rendimento di reinvestimento per le allocazioni a reddito fisso a causa del perdurare dello scenario caratterizzato da bassi tassi d’interesse. A seguito del nuovo orientamento nelle attività LPP, operativo dall’inizio del 2019, è stato necessario effettuare un ammortamento una tantum di circa 495 milioni di franchi, già reso noto, che ha assottigliato l’utile netto a 451 milioni di franchi (-48,8%). Senza questo effetto straordinario una tantum, l’utile netto sarebbe stato pari a 946 milioni di franchi, con un aumento di 66 milioni (+7,4%) rispetto all’anno precedente.

Fabrizio Petrillo, CEO AXA Svizzera, dichiara:
«Il risultato annuo 2018 costituisce la prosecuzione ideale delle eccellenti performance registrate negli esercizi precedenti. L’utile operativo, riconfermatosi su livelli molto robusti, attesta una prestazione eccellente nel nostro core business. Particolarmente confortanti sono la crescita costante della nostra assicurazione danni nel segmento della clientela commerciale e il numero ancora una volta elevato di nuove stipulazioni nel mercato LPP semiautonomo. Al contempo abbiamo accresciuto notevolmente il nostro volume di investimento, al fine di imprimere un’accelerazione alla digitalizzazione dei nostri processi e semplificare di conseguenza la client experience, creando contestualmente oltre 200 nuovi posti di lavoro».

Crescita nelle assicurazioni danni e infortuni

Il volume d’affari nei rami danni e infortuni è aumentato dell’1,4 per cento a 3,5 miliardi di franchi. Il motore principale di questo sviluppo è stata l’attività con la clientela commerciale, la quale ha fatto registrare un andamento molto soddisfacente con un progresso del 2,6 per cento. Anche gli affari con la clientela privata sono cresciuti dello 0,5 per cento. Il tasso sinistri / tasso costi, pari all’87,5 per cento, si è riconfermato su un livello eccellente (+1,3 punti percentuali).

Dominique Kasper, responsabile Assicurazioni danni e infortuni AXA Svizzera, afferma a riguardo:
«Partendo da una posizione di leadership di mercato, siamo nuovamente riusciti a crescere in un contesto caratterizzato da una forte concorrenza. Il tasso sinistri / tasso costi dell’87,5 per cento costituisce un risultato forte e attesta la nostra disciplina dei costi improntata alla coerenza. Al contempo investiamo nella digitalizzazione e attraverso l’ecosistema Mobilità creiamo servizi in grado di offrire ai nostri clienti un chiaro valore aggiunto rispetto alla classica copertura assicurativa».

Transizione coronata da successo nel futuro semiautonomo, con un solido grado di copertura

I premi lordi nel comparto Vita collettiva sono aumentati dell’1,2 per cento rispetto all’esercizio precedente, attestandosi a 6,6 miliardi di franchi. I nuovi affari (APE) sono cresciuti del 5,8 per cento.
A seguito del perdurare dello scenario caratterizzato da bassi tassi d’interesse, il comparto Vita individuale ha invece evidenziato un’ulteriore lieve flessione, con un calo dell’1,3 per cento in termini sia di volumi dei premi, sia di nuovi affari.

Nelle attività LPP, AXA ha perfezionato con successo il proprio riorientamento strategico annunciato ad aprile 2018. Nonostante l’andamento borsistico sfavorevole nel 2018, le tre ex fondazioni di assicurazione completa hanno potuto affrontare la conversione in strutture semiautonome dal 1° gennaio 2019 con un solido grado di copertura medio del 110,5 per cento.

Thomas Gerber, responsabile Previdenza AXA, afferma:
«Questo sviluppo attesta la validità del nostro asset management improntato alla cautela e crea un’eccellente situazione di partenza, considerando peraltro che gli impegni per le rendite di vecchiaia già in corso restano in capo ad AXA».

Circa il 90 per cento dei clienti con assicurazione completa ha optato per la nuova offerta previdenziale, particolarmente orientata al futuro. Poiché le aziende di grandi dimensioni sono state fortemente contese sul mercato, il numero delle persone assicurate presso AXA nel 2° pilastro è diminuito del 17 per cento cosicché a seguito del nuovo orientamento nelle attività LPP il volume dei premi di AXA è destinato a registrare un calo in linea con le aspettative di circa 5,5 miliardi di franchi.

Fabrizio Petrillo, CEO AXA Svizzera, dichiara:
«Il fatto che nove PMI su dieci abbiano scelto di compiere assieme a noi questo passo lungimirante ci conferma che, alla luce delle mutate condizioni quadro, la nostra soluzione previdenziale semiautonoma è più vantaggiosa, equa e flessibile. Abbiamo così creato i presupposti per rimanere al fianco delle aziende produttive svizzere come partner previdenziale affidabile in una prospettiva di lungo periodo, tornando in futuro a una crescita sana e sostenibile negli affari LPP».

«Strategia 2020» sulla giusta rotta – Potenziamento dell’ecosistema Mobilità e della Prevenzione e promozione salute

Nell’ambito dell’attuazione della «Strategia 2020» AXA ha portato avanti con coerenza la digitalizzazione del proprio core business. Ad esempio, lo scorso anno sono stati introdotti oltre 60 robot per eseguire le attività di routine in modo più rapido ed efficiente, consentendo così di concentrare l’attenzione in misura ancora maggiore sull’assistenza ai clienti. Grazie alla nuova app «AXA Advice», di sviluppo proprietario, AXA offre alla clientela una consulenza dialogica strutturata basata su tablet. L’ulteriore evoluzione della client experience digitale è completata da canali di comunicazione innovativi come WhatsApp.

 AXA ha inoltre continuato a investire in modelli operativi complementari: ad esempio, nell’ambito del nuovo settore operativo «Mobilità», che persegue l’obiettivo di offrire servizi innovativi di portata più ampia rispetto alla classica copertura assicurativa, negli ultimi mesi è stato possibile lanciare sul mercato due soluzioni all’avanguardia. Con «Upto», AXA ha messo a punto un’offerta semplice e comoda per tutti coloro che non vogliono acquistare un’auto propria o prenderla in leasing. L’abbonamento auto a prezzo fisso comprende tutte le spese e le tasse, oltre a supportare possibilità di sharing. L’azienda «ryd suisse», costituita in collaborazione con la start-up ThinxNet, offre inoltre servizi innovativi nell’ambito della «connected car»: bastano pochi, semplici interventi affinché ogni auto possa diventare rapidamente una «smart car».

Inoltre, AXA ha già potuto acquisire oltre 30 000 clienti nel settore Prevenzione e promozione salute, lanciato a luglio 2017. Con i propri prodotti di assicurazione complementare malattie, AXA è la prima compagnia assicurativa svizzera a coprire il tema della previdenza con un approccio a 360 gradi. Nell’ottica di una presenza ancora più forte sul mercato, nei prossimi mesi AXA potenzierà ulteriormente la propria rete di consulenti e al contempo lancerà sul mercato una serie di nuovi prodotti.

* Dal 2018 i nuovi affari nel comparto Vita collettiva contengono anche i contributi di risparmio sottoscritti nell’ambito delle soluzioni assicurative semiautonome. I valori relativi all’esercizio precedente sono stati adeguati di conseguenza.

Glossario

Equivalente in premi annui (APE) L’equivalente in premi annui (Annual Premium Equivalent) è il criterio di misurazione standard dei volumi di nuovi affari nell’assicurazione sulla vita durante un periodo di rendicontazione. Corrisponde alla somma del 100 per cento dei premi annui dei nuovi affari e del 10 per cento dei premi unici. I contributi di risparmio sottoscritti nell’ambito delle soluzioni assicurative semiautonome sono compresi in questo dato.

Tasso sinistri / tasso costi

Il tasso sinistri / tasso costi è il parametro per la valutazione della redditività nel comparto Non vita. Questo parametro esprime il rapporto dell’onere dei sinistri (tasso sinistri) nonché dei costi (tasso costi) rispetto ai premi.

Utile operativo

L’utile operativo fornisce indicazioni sul risultato attuariale e sul reddito degli investimenti di capitale, al netto delle imposte corrisposte.

Ritratto di AXA
Circa due milioni di clienti si affidano ad AXA in Svizzera. Confidano nella sua esperienza e consulenza per quanto riguarda le assicurazioni di persone, cose, responsabilità civile e sulla vita come pure per la prevenzione e promozione salute e per la previdenza professionale. Leader del settore assicurativo svizzero, AXA è un’impresa dinamica con un’ambiziosa visione: creare, al di là della semplice protezione finanziaria, maggiori libertà per i clienti e permettere loro di vivere una vita priva di preoccupazioni – grazie a processi digitali improntati alla semplicità e a prodotti e servizi innovativi in ambiti della vita importanti come la mobilità, la casa e l’imprenditoria. Questo l’obiettivo a cui lavorano quotidianamente i circa 4400 collaboratori dell’azienda e i 2800 colleghi della rete di distribuzione più ampia e capillare della Svizzera con oltre 300 succursali. AXA Svizzera fa parte del Gruppo AXA e nel 2018 ha conseguito un volume d’affari pari a CHF 11 miliardi.

Commenti (0)

Aggiungi commento

Commento

By submitting the comment you agree that your personal data will be processed according to Mynewsdesk's Privacy Policy.