Skip to main content

Il Giubileo in mondovisione live Ultra HD via satellite: reportage di un successo

News   •   dic 10, 2015 12:32 CET

Un successo nella storia del broadcast: il commento è unanime al termine della prima mondovisione via satellite in Ultra HD, realizzata per la cerimonia di apertura della Porta Santa. Un’iniziativa tecnologica senza precedenti prodotta dal Centro Televisivo Vaticano e trasmessa in tutto il mondo grazie ai nostri satelliti con il supporto di Sony, Globecast e Dbw Communication.

Vi proponiamo le interviste raccolte nel TV Compound allestito in Vaticano, dove hanno lavorato oltre 100 persone lungo tutta la filiera tecnologica (FOTO).

Per Stefano D'Agostini, Direttore Tecnico del Centro Televisivo Vaticano, percorrere queste nuove tecnologie è un modo per far arrivare sempre più lontano e con una qualità sempre maggiore il potentissimo messaggio del Santo Padre. Un obiettivo che merita lo sforzo tecnologico applicato per questa speciale produzione, insieme ad un gruppo di lavoro che si riconferma davvero unico e vincente.

Michel Chabrol, Director of Innovation Marketing Eutelsat, ha espresso la soddisfazione di essere di nuovo al fianco del CTV e poter offrire la migliore qualità televisiva a disposizione per un evento così importante. L'impegno di Eutelsat nel trasmettere eventi live in questo formato dimostra quanto l'Ultra HD sia una realtà già disponibile nelle case degli utenti.

Per Alessandro Alquati, Managing Director di Globecast Italia, il lavoro di squadra condotto egregiamente nel TV Compound è la dimostrazione che la tecnologia è matura per distribuire eventi di interesse globale in tutto il mondo.

Fondamentale per il racconto televisivo dell’evento, l'apporto delle 19 telecamere 4K Sony di ultima generazione dislocate su tutta la Piazza e all'interno della Basilica. Benito Manlio Mari, Country Sales Manager di Sony Europe, descrive il risultato suggestivo: “L’incontro dei Papi, l’apertura della Porta, è stato veramente emozionante.Era reale quello che dicevamo in Conferenza Stampa: l’immersività, il coinvolgimento, ma anche la ricchezza della narrazione permessa dalle 19 telecamere utilizzate. Piena soddisfazione. Obiettivo super-raggiunto”.

Cristano Benzi, Direttore dei progetti speciali Eutelsat per l'Italia, ha ripercorso il viaggio del segnale, distribuito in tutto il mondo in Ultra HD e HD con una serie di operazioni di trasmissione che hanno visto in prima linea il Teleporto di Rambouillet. Soddisfazione raccolta anche fra i colleghi delle strutture terrestri sparse in tutto il mondo, per aver preso parte ad un evento così eccezionale.

Stefano Rebechi, AD DBW Communication, ha ricordato un altro primato mondiale registrato durante questa prima mondovisione live Ultra HD: è stato realizzato il primo test HDR, ossia una innovativa trasmissione Ultra HD in High Dynamic Range. Una soluzione che offre maggiore contrasto e luminosità delle immagini e che viene considerata la prossima evoluzione tecnologica dell’Ultra HD.

Infine Renato Farina, AD Eutelsat Italia, ha ribadito l'orgoglio di aver aperto una nuova era: con la distribuzione in tutto il mondo delle spettacolari ed emozionanti immagini 4K di questo evento, i telespettatori e il mondo del broadcast sono ufficialmente entrati nella nuova frontiera della Televisione.

Commenti (0)

Aggiungi commento

Commento

Agree With Privacy Policy