EIT Digital

Lo sport, "produttore" e "consumatore" di innovazione

News   •   Dec 09, 2013 20:43 GMT

Sensori, algoritmi, tessuti "smart", video camere e non solo: l'innovazione nello sport è la chiave per la crescita, la competitività e la qualità della vita. Come l'eccellenza nello sport è legata all'eccellenza nell'innovazione tecnologica e digitale. La Business Session dell'EIT ICT Labs, nell'ambito della conferenza internazionale su università, sport e innovazione, mostra esempi di come lo sport possa generare valore economico aggiuntivo tramite l'innovazione, che poi possono trovare applicazione nelle varie aree della vita quotidiana. Oggi e domani a Palazzo dell'Istruzione a Rovereto

Innovazione è una parole chiave nell'agenda dell'Unione Europea. Lo ha sottolineato oggi anche Androulla Vassiliou, Commissario europeo per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù nel suo video di saluto per la Conferenza Internazionale "University Sport. Inspiring Innovation" che è in corso a Rovereto come anteprima dell'Universiade Trentino 2013. EIT ICT Labs e Università di Trento sono particolarmente ben posizionati per contribuire alla tematica della conferenza, la relazione tra l'università, lo sport e l'innovazione.

«L'obiettivo dell'Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) - ha spiegato il commissario Vassilou nel suo videomessaggio arrivato all'apertura dei lavori di oggi - è portare insieme gli attori principali dei settori dell'imprenditoria, dell'alta formazione e della ricerca per aumentare la competitività in Europa. L'innovazione è la chiave per la crescita, la competitività e la qualità della vita nel 21simo secolo. Lo sport è il catalizzatore dell'innovazione in diverse aree. L'eccellenza nello sport è molto spesso collegata all'eccellenza nell'innovazione tecnologica e digitale». La Business Session dell'EIT ICT Labs - organizzata in parallelo alla conferenza internazionale presso Palazzo dell'Istruzione a Rovereto - mostra esempi di come lo sport possa generare il valore economico aggiuntivo tramite l'innovazione, che poi possono trovare applicazione nelle varie aree della vita quotidiana. Il commissario ha poi ricordato che tra i partecipanti c'è anche la start-up trentina CoRehab, che ha vinto il premio "EIT Venture Award" per il suo prodotto innovativo "Riablo", che combina la tecnologia del gioco con l'attività di riabilitazione ortopedica. «In Europa  - ha concluso Vassiliou - dobbiamo avere i meccanismi giusti per unire lo sport, il mondo academico e quello di ricerca e di business». 

«Oggi nella Business Session è stato dato ampio spazio all'innovazione e alla imprenditorialità», commenta Marco Senigalliesi, business developer di EIT ICT Labs e coordinatore della Business Session. «L'evento che abbiamo organizzato ha un carattere decisamente internazionale, grazie agli start-up intervenuti, ed è dedicato a mostrare al grande pubblico le tendenze dell'innovazione nello sport nonché a offrire opportunità di business per i vari start-up e anche a grandi aziende del settore. La business session è l'occasione per conoscere da vicino le soluzioni tecnologiche di vari start-up di tutta Europa, per incontri tra imprese al fine di sviluppare possibilità di business e per apprendere, attraverso interventi di esperti del settore, gli sviluppi attuali del settore dell'innovazione e semplicemente toccare con mano l'innovazione».

Molti delle start-up che sono presenti all'evento sono realtà accomunate dal fatto di aver sviluppato prodotti tecnologici per il mondo dell'attività sportiva e fisioterapeutica. «Le aziende innovative presentano prodotti che aiutano a migliorare la performance degli atleti a livello professionale e amatoriale tramite sensori, algoritmi, tessuti "smart", video camere e non solo. L'evento ha come obiettivo quello di far incontrare le società perché nascano opportunità di collaborazione a livello internazionale. Già solo la reciproca vicinanza nell'area espositiva facilita lo scambio e il confronto alimentato dalla naturale propensione imprenditoriale delle società invitate».

Ecco alcuni esempi di innovazione tecnologica e digitale, che sono presenti alla Business Session di Rovereto:
Aqvatech (Italia) ha sviluppato un sistema di allenamento guidato che viene installato sul fondo della piscina e che è stato utilizzato per il water polo nelle olimpiadi di Londra 2012. Per Alessandro Buresta di Aqvatech «il valore della business session sta nella possibilità di networking e nell'opportunità di trovare altri prodotti comuni che possono essere integrati nel futuro».

Per Fabio Belloni di Quuppa la Session dà la possibilità di avere visibilità, stabilire future collaborazioni, farsi conoscere e capire cosa fanno gli altri nel settore. La Quuppa (Finlandia) ha sviluppato sistemi di rilevamento della posizione di oggetti o persone, con monitoraggio della posizione e analisi del comportamento, applicabili a oggetti o atleti per attività sportive. 

Alcuni tra le start-up intervenuti all'evento sviluppano "tessuti intelligenti", come Texe (Italia), che ha elaborato un tessuto con sensori integrati che permette di creare vestiti intelligenti, o ComfTech (Italia), che ha sviluppato tecnologie biomediche, in particolare per la misurazione non invasiva di parametri fisiologici, e tessili, per la produzione e il design di abbigliamento sportivo. Altre aziende lavorano a soluzioni tecnologiche che permettono di misurare e migliorare la performance degli atleti e delle squadre: Kinexon (Germania) lavora a un sistema di monitoraggio delle prestazioni dell'atleta o della squadra in base alla localizzazione e al movimento, che permette di valutare l'efficienza e le condizioni fisiche dei membri della squadra e di operare cambi di strategie e/o sostituzioni. SciSports (Olanda) utilizza invece modelli scientifici per ottimizzare decisioni in ambito sportivo, come trovare nuovi giocatori "su misura". 

Alle aziende globali come Liski (Italia), che creano prodotti d'avanguardia nel campo dell'attrezzatura sportiva, la business session dà la possibilità di creare networking e di presentare i propri prodotti, come "CHRONO" - una rivoluzionario sistema di rilevamento cronometrico dell'istante di passaggio sul palo - che permette agli allenatori di analizzare il risultato dello sciatore passaggio per passaggio, con un notevole vantaggio in termini di "lettura" degli allenamenti. Alla Business Session sono presenti anche Eurosprot e Fraunhofer

La Business Session, dunque, si caratterizza come evento che, da una parte, permette a tutti gli interessati di toccare con mano le soluzioni tecnologiche d'avanguardia in Europa nel campo sportivo. D'altra parte dimostra chiaramente come lo sport sia un campo fondamentale per lo sviluppo delle nuove tecnologie: lo sport, cioè, non soltanto come promotore, ma anche come "consumatore" importante di innovazione.

More info: 
Universiade Trentino 2013
Winter Universiade Conference 2013