Skip to main content

Sono €12,8 miliardi i volumi di spesa su carte Visa nel 2015 dei visitatori esteri in Italia, +16% rispetto al 2014. Cresce anche la spesa su Visa degli italiani all’estero che nel 2015 raggiunge i €9,8 miliardi, +11% anno su anno

Comunicato stampa   •   feb 25, 2016 10:02 CET

  • Sono 112 milioni in totale le operazioni effettuate con carte Visa dai visitatori stranieri in Italia durante tutto il 2015 – +20% rispetto al 2014 - che hanno generato volumi di spesa per 12,8 miliardi di euro, in crescita del 16% a/a.
  • Regno Unito, USA, Francia, Germania e Svizzera sono i paesi top five spender in Italia durante l’anno appena concluso, con un totale di spesa pari a €7,7 miliardi che contribuisce al 60% del totale dei volumi registrati da Visa. I visitatori cinesi segnano un incremento di spesa del 56% rispetto al 2014, mentre i consumatori russi riportano una decrescita di spesa nel nostro Paese di -37%
  • Gli italiani all’estero nel 2015 hanno effettuato acquisti per un valore di 9,8 miliardi di euro (+11% a/a) portando a termine oltre 168 milioni di transazioni.
  • Le destinazioni straniere che hanno riportato la maggiore spesa dei nostri connazionali nel 2015 sono state Regno Unito, Lussemburgo, Spagna, Francia e Stati Uniti. In totale la spesa degli italiani all’estero nel periodo riporta volumi pari a €9,8 miliardi, di cui circa il 31% speso in UK
  • Alberghi e strutture ricettive la voce di spesa degli stranieri in Italia con i maggiori volumi nel 2015, per un totale di €3,2 miliardi, in incremento di 10,7 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Al secondo posto moda/abbigliamento con una spesa di €2,4 miliardi (+8%), seguiti da prodotti e servizi assicurativi con 1,4 miliardi di euro (+35%).
  • La maggiore voce di spesa degli italiani all’estero risulta essere quella per alberghi e strutture ricettive con volumi pari a 1,2 miliardi di euro.

Milano, 25 febbraio 2016 – I dati delle transazioni transfrontaliere registrati da Visa Europe in Italia durante l’anno appena concluso indicano una crescita nell’utilizzo di carte Visa del 20% anno su anno con 112 milioni di transazioni effettuate. Il totale delle spese per i consumi da parte degli stranieri ha raggiunto i 12,8 miliardi di euro nel 2015, in crescita del 16% rispetto al 2014[1]. Durante l’anno scorso, gli italiani all’estero hanno fatto registrare oltre 168 milioni di operazioni di acquisto su prodotti Visa generando volumi totali pari a €9,8 miliardi, in crescita del 11% rispetto all’anno 2014.

I cinque Paesi top spender nel 2015 - I dati di Visa indicano che nel 2015 i visitatori provenienti dal Regno Unito hanno occupato la prima posizione nella lista dei cinque paesi “top spender” nel nostro Paese, con €3,1 miliardi di spesa, +35% rispetto allo speso dei cittadini britannici nel 2014. I cittadini UK confermano una forte passione per il nostro Paese poiché anche nel 2014 risultavano i top spender in Italia con 2,3 miliardi di euro. Seguono, nella lista dei paesi top spender in Italia nel 2015, i turisti USA, che hanno speso oltre €1,5 milioni (+29%), i visitatori francesi con oltre €1,4 miliardi di speso (+15%), i cittadini tedeschi con volumi di acquisti pari a poco più di €1 miliardo (+13%), e infine gli svizzeri che hanno speso l’anno scorso €680 milioni (+6%). I cinque maggiori paesi top spender riportano uno speso totale per €7,7 miliardi, contribuendo con il 60% allo speso totale degli stranieri nel periodo in Italia. Tra i paesi asiatici è la Cina la nazione big spender in Italia con 562 milioni di euro spesi durante l’anno scorso e una crescita percentuale rispetto al 2014 del 56%. Il paese latino americano top spender in Italia risulta essere il Brasile con 116 milioni di euro spesi nel 2015, riportando però un calo nei volumi di -19% rispetto al 2014. Anche la Russia, pur posizionandosi tra i primi 10 top spender, con 523 milioni di euro spesi tra i nostri confini nel 2015, registra un decremento con -37% in comparazione al 2014. Tra i primi 10 “country spender” da segnalare anche l’incremento di spesa dei visitatori spagnoli - pur lieve a +4% - che riporta volumi per 351 milioni di euro, quello dei consumatori austriaci a +8% (€240,5m) e la crescita di spesa dei giapponesi di circa il 4% (€229,3m).

La top 5 delle categorie merceologiche della spesa degli stranieri in Italia nel 2015 - La spesa effettuata dai visitatori stranieri nel corso del 2015 premia il settore alberghiero e ricettivo con un totale di spesa che si attesta su €3,2 miliardi, facendo registrare +10,7% anno su anno. Crescita anche per la moda e l’abbigliamento che fanno registrare una spesa di €2,4 miliardi, in incremento del 8%. I prodotti e i servizi assicurativi si posizionano come la terza maggiore voce di spesa degli stranieri nel 2015 con 1,4 miliardi di euro e una crescita in punti percentuali a doppia cifra del 35% rispetto al 2014. Chiudono la classifica delle maggiori 5 categorie merceologiche di spesa l’intrattenimento e le voci di spesa legate all’elettronica di consumo, che segnano rispettivamente 1,2 milioni di euro (+17% a/a) e 657 milioni di euro (+71% a/a).

Davide Steffanini, Direttore Generale di Visa Europe in Italia ha commentato: “Uno studio recente di Visa “Future of Retail” evidenzia come il turismo internazionale resti una grande opportunità di crescita dell’uso delle carte. Nonostante la congiuntura sfavorevole, ogni anno oltre 1 miliardo di persone, il 15% della popolazione mondiale, effettua viaggi all’estero movimentando 1.000 miliardi di euro a livello globale. Anche Visa ha registrato sui suoi prodotti livelli di crescita mediamente pari al 12% all’anno, a livello globale, in particolare grazie ai consumatori provenienti da mercati con valute forti, e a quelli provenienti dai mercati emergenti, che tendono a viaggiare con maggiore frequenza rispetto al passato. Gli esercenti in Italia dovrebbero essere in grado di accogliere i visitatori stranieri garantendo loro la stessa esperienza di pagamento positiva, sicura e affidabile, riscontrabile altrove in mercati più maturi e attivi nei pagamenti elettronici. Siamo fiduciosi che il sistema di accoglienza italiano possa ulteriormente evolversi offrendo sempre più ai consumatori stranieri l’opportunità di effettuare pagamenti con i loro prodotti Visa e rendere così il loro soggiorno e il loro shopping comodo e conveniente”.

Le spese degli italiani in visita all’estero durante il 2015 - I dati rilevati da Visa nell’intero anno 2015 indicano che gli italiani in viaggio all’estero hanno fatto registrare volumi di spesa pari a 9,8 miliardi di euro (+10,6% a/a). Il Regno Unito è la destinazione che riporta i maggiori volumi di spesa da parte dei nostri connazionali, pari al 31% dei volumi totali registrati, con €3,1 miliardi (+22% a/a). Il Lussemburgo si colloca al secondo posto in termini di spesa annua da parte dei visitatori italiani con volumi pari a €1,33 miliardi (+44,3% a/a). Seguono la Spagna - che riporta €1,05 miliardi di volumi spesa da parte dei nostri connazionali e la più alta variazione in positivo in termini percentuali rispetto al 2014 con +73% - e la Francia, con volumi di spesa dei titolari italiani di Visa a circa 840 milioni di euro ma in decremento rispetto al 2014, -11%. Infine gli USA, al quinto posto nei mercati che riportano i maggiori volumi di spesa dei visitatori italiani, con €517 milioni e un lieve incremento percentuale dell’1,5%. Sono gli alberghi e le strutture ricettive che registrano il più alto tasso di spesa dei nostri connazionali all’estero con volumi pari a 1,2 miliardi di euro (+4% a/a). Segue l’intrattenimento con 992 milioni di euro, in linea con la spesa totale 2014, subito seguito dal settore dei servizi con €977 milioni (+12% a/a), e dalle spese per viaggi/trasferte con 736 milioni di euro e crescita percentuale a doppia cifra di oltre il 26% rispetto al 2014.

La maggior parte degli acquisti da parte dei visitatori stranieri con prodotti Visa nel nostro Paese sono stati effettuati presso punti vendita fisici con una spesa di 9,1 miliardi di euro nel 2015 (+12% a/a), mentre sono stati spesi 1,3 miliardi di euro da consumatori stranieri presso gli esercenti italiani online, registrando una crescita del 26%. Gli italiani in visita all’estero nel 2015 hanno effettuato acquisti presso punti di vendita fisici intorno ai 2,7 miliardi di euro ma in flessione del 4,5% rispetto al 2014.

Nel 2015 è stato il 1° agosto il giorno con il maggior picco di spesa con prodotti Visa da parte degli stranieri in Italia con 59,9 milioni di euro transati su prodotti Visa; mentre per i nostri connazionali all’estero è stato il 1 dicembre 2015 il giorno di maggior flusso di spesa sui sistemi Visa con oltre €39 milioni.

[1] Periodo rilevato: 01 gennaio -31 dicembre 2015 comparato con il medesimo periodo 2014

Visa Europe – Visa Europe è un’azienda di pagamenti tecnologici controllata e gestita da banche socie e altri fornitori di servizi di pagamento provenienti da 38 paesi europei. Visa Europe è al centro dell’ecosistema dei pagamenti, fornendo i servizi e le infrastrutture che permettano a milioni di consumatori, aziende e pubbliche amministrazioni europei di utilizzare i pagamenti elettronici. I soci di Visa Europe sono responsabili per l’emissione delle carte, la relazione con i commercianti e la definizione delle commissioni per i titolari e gli esercenti. Visa Europe è anche il più grande centro di elaborazione delle transazioni di pagamento in Europa, con oltre 18 miliardi di transazioni monitorate, elaborate e autorizzate all’anno.In Europa ci sono più 522 milioni di carte Visa e 1 euro su 5,70 speso in Europa è speso su una carta Visa. La spesa totale con carte Visa supera i 2.000 miliardi di euro l’anno, mentre la spesa su terminali POS ammonta a 1.580 miliardi di euro. Visa Europe è un’azienda indipendente con licenza esclusiva, irrevocabile e permanente di utilizzo del marchio Visa in Europa. Visa Europe lavora in partnership con Visa Inc. per consentire i pagamenti con Visa a livello mondiale, in più di 200 paesi e territori.

www.visaitalia.com
Twitter: @Visa_IT